Rivista tecnica sulle murature
Google Plus | Cis Edil Rss news YouTube Facebook

Produce mattoni in LATERIZIO POROTON® per muratura:
portante, armata, fonoisolante, termoisolante, da tamponatura e TAMPONATURE ANTIESPULSIONE

Storia della muratura armata
Skip Navigation Linkshomepage » prodotti » muratura armata » storia della muratura armata

Storia ed origini
della muratura armata

Le strutture in muratura portante sono state a lungo trattate come strutture di "serie B", nel senso che la loro progettazione e realizzazione era basata su criteri empirici di larga approssimazione e affidata all'esperienza professionale del progettista e delle maestranze.

Solo in seguito ai devastanti terremoti del Friuli (1976) e dell'Irpinia (1980), "scoprendo" che la stragrande maggioranza del parco edilizio italiano era costituita da edifici in muratura portante (di cui non si conoscevano nemmeno le caratteristiche meccaniche con precisione), si è iniziato uno studio sistematico delle strutture in muratura. Tutto ciò ha permesso di "ingegnerizzare" la muratura, creando strumenti normativi quali il D.M. 02/07/1981, e attraverso numerose ricerche sperimentali si è arrivati alla muratura moderna così come la conosciamo e attualmente disciplinata dal D.M. 14/01/2008 (denominato NTC 2008).

È proprio a partire dagli anni '80 che il Consorzio POROTON® Italia ha indirizzato la propria attenzione sugli aspetti statici delle strutture in muratura ottenendo risultati significativi e di fondamentale importanza anche per l'evoluzione futura delle norme tecniche del settore, per validare l'utilizzo del laterizio come elemento portante di edifici situati anche in zone ad elevato rischio sismico.

Il consorzio POROTON® Italia: precursore della muratura armata

Nell'ambito di queste ricerche, il Consorzio POROTON® Italia è stato precursore nel campo della muratura armata ottenendo nel 1984 il "Certificato di Idoneità Tecnica" per il sistema costruttivo di muratura armata POROTON® (fig. 1), con notevole anticipo rispetto alle normative nazionali, che hanno recepito la muratura armata solo nel 1996. Il D.M. 16/01/1996 ha riconosciuto, per la prima volta, la muratura armata come sistema costruttivo ben definito, stabilendo criteri di calcolo e di dimensionamento, direttamente desunti dalle esperienze maturate dal Consorzio POROTON® Italia, superando così la necessità di ricorrere a sistemi garantiti da certificato di idoneità tecnica.

Fasi costruttive di un edificio in muratura armata Vista complessiva di un edificio in muratura armata

Fig. 1 – Muratura armata POROTON®: fasi costruttive di un edificio residenziale e vista complessiva di un edificio residenziale al grezzo.

Le ricerche del Consorzio POROTON® sulla muratura armata

Le principali ricerche condotte dal Consorzio POROTON® Italia dopo l'ottenimento del "Certificato di Idoneità Tecnica" per la muratura armata nel 1984, che hanno permesso di migliorare ed arrivare alla definizione del sistema costruttivo di muratura armata POROTON® come oggi si presenta sono:

  • » 1986, prove dinamiche su tavola vibrante su modelli di edifici a 3 piani in muratura ordinaria e muratura armata POROTON®, condotte presso il laboratorio ZMRK di Lubljiana, nell'ambito di un progetto di ricerca seguito dal prof. Claudio Modena dell'Università degli Studi di Padova, e dal prof. Miha Tomaževič dello ZMRK. (fig. 2);
  • » 1991, esecuzione di prove su tavola vibrante su modelli di edificio in muratura armata POROTON® presso l'ENEA, a cura di G. Albanese, L. de Martino, M. Fortuna, C. Galanti, A. Griffini, P. La Mendola, M. Maffioletti, M. Sordelli, con la supervisione dell'Università di Padova (fig. 9);
  • » 1992-1996, progetto di ricerca europeo denominato Brite-Euram in cui si sono realizzati due edifici a scala reale in muratura armata POROTON® e in telaio c.a. tamponato con muratura ordinaria POROTON®, testati in regime dinamico tramite vibrodine. Progetto seguito per l'Italia dal prof. Claudio Modena dell'Università degli Studi di Padova; (fig. 3);
  • » 2006-2008, progetto di ricerca europeo denominato DISWall, in cui si sono analizzati diversi sistemi di muratura armata, uno dei quali ha portato alla definizione del sistema proposto da Cis Edil per la realizzazione di muri alti (vedere a riguardo l'argomento "Muri Alti" del presente sito con link). Progetto seguito per l'Italia dal prof. Claudio Modena dell'Università degli Studi di Padova; (fig. 3).
Tavola vibrante Tavola vibrante

Fig. 2 – Prove dinamiche su tavola vibrante: laboratorio ZMRK di Lubljiana, laboratorio ENEA di Roma

Edificio in muratura armata Sistema in muratuira armata

Fig. 3 – Prova dinamica tramite vibrodine, progetto Brite-Euram; prove cicliche fuori piano, progetto DISWall

Copyright© 2017 | Informativa Privacy